MAJIA

Monovarietale Coratina

La leggenda narra che Maja, la più bella delle Pleiadi,fuggì dalla Frigia, inseguita dal nemico, per portare in salvo l'unico figlio, un gigante stupendo, gravemente ferito in una battaglia. Riuscì ad approdare nei pressi del porto di Ortona ma, temendo di essere raggiunta, continuò la sua fuga scalando il Gran Sasso dove trovò rifugio. Lì la dea cercò di mantenere in vita l'adorato figlio ma il giovane morì lasciando la ninfa in un'angoscia infinita. Maja, sconvolta e in preda alla disperazione, cominciò a vagare sui monti. Il cordoglio e il dolore furono talmente grandi che portarono alla morte la povera madre. I parenti la seppellirono sulla maestosa montagna di fronte al Gran Sasso che, da quel giorno, fu chiamata Majella. La montagna prese così la forma di una donna impietrita dal dolore riversa su se stessa con lo sguardo fisso al mare. Per le genti d' Abruzzo la Majella è la madre, il simbolo della terra d' Abruzzo e della sua fertilità.

Denominazione

Majia

Cultivar

100% Coratina

Periodo di raccolta

dal 2 al 7 novembre 2018

Profumo e sapore

Di colore verde brillante ne anticipa un gusto unico e stupefacente, all'olfatto sprigiona un sentore di fruttato medio fresco erbaceo con sentori di mandorla verde. In bocca note di pepe verde e conferma di mandorla verde. Mediamente amaro con accompagnamento di sensazione di piccante .

Abbinamenti

A crudo esalta il gusto di ogni piatto, senza coprire gli aromi e i sapori delle pietanze, particolarmente adatto su carni rosse e verdure cotte.